Rione Valletta, il corso V. Emanuele II agli inizi degli anni 60

Rione Valletta, il corso V. Emanuele II agli inizi degli anni 60

<>

Nella ricerca delle immagini storiche del corso V. Emanuele II, sul sito se ne trovano parecchie tra cartoline e foto più o meno azzeccate, questa degli inizi degli anni 60 è tratta da un negativo molto sporco, uno scatto alquanto bizzarro. La la bellezza della luce di mezzogiorno in una giornata soleggiata di fine inverno con le case ancora disposte a due piani (piano terra e primo piano), la strada non asfaltata e le pochissime macchine in circolazione, ci danno la dimensione umana di un piccolo paese che non ha saputo rispettare se stesso e il suo prossimo per la solita ingordigia dettata dall’egoismo umano.

Scriveva il prof Tommaso Oriana negli anni 80 a proposito della nostro paese ricordandolo cosi come nella foto: Meraviglioso per natura, inabitabile per colpa degli uomini.

https://www.bagnaracalabra.biz/cronaca/meraviglioso-virtu/

Si potrebbe allargare il discorso ricordando la bottega di generi alimentari della signora Savastano, in basso a sinistra davanti alla sua attività commerciale, trenta metri più avanti, nel marciapiede opposto il negozio di frutta e verdura della Signora Fondacaro. Subito dopo la celebre e strettissima via Adelaide, popolatissima di addetti alla costruzione di ceste, quasi tutti emigrati in pochi anni all’estero o al nord della penisola, quando oramai si capiva che il futuro sarebbe rimasto un’utopia.

Post Author: Gianni Saffioti