Cartolina della fine degli anni settanta, panorama del centro

Nella foto si nota che aveva già preso il sopravvento l’edilizia fai da te, mai contrastata seriamente dagli enti preposti, che poi ha continuato prepotentemente a cementificare tutto quello che che si poteva senza rispettare l’ambiente, il territorio, il paesaggio, il centro storico. Il caratteristico paesino grazioso, noto e frequentato per le sue caratteristiche vie, i suoi borghi antichi, la sua acqua di ottima qualità, il pesce fresco, sfruttato e abusato è oggi abbandonato a se stesso nella rassegnazione totale di una comunità sconfitta dalle sue scelte scellerate. E se oggi da primi in provincia siamo diventati gli ultimi  forse degli errori sono stati fatti e si continuano a fare. Più avanza il cemento più arretra l’eventuale velleità di riscatto.

Post Author: Gianni Saffioti