Serie di cartoline del terremoto del 1908 su Bagnara Calabra, terza parte

Serie di cartoline del terremoto del 1908 su Bagnara Calabra

Pubblicate dalla V. G. Modiano e Co. di Milano

Laboratorio della memoria

Piccola storia delle cartoline di Bagnara Calabra

Terza parte

(Le cartoline del terremoto del 1908)

Qualche tempo dopo il terremoto del 1908 furono pubblicate a Milano, principalmente dalla V. G. Modiano e Co., una serie di cartoline che riguardano tutti i paesi dello stretto di Messina. Si tratta di centinaia e centinaia di cartoline tratte da fotografie fatte dai giornalisti in missione sulle zone colpite  durante i primi interventi sui luoghi del sisma e sia da fotografi arrivati alcuni mesi dopo l’evento.

Su Bagnara furono pubblicate all’inizio più di una ventina di cartoline, non sappiamo quante per l’esattezza, di  alcune che portano il nome nostra cittadina  è difficile trovare dei riscontri precisi per identificare il luogo esatto. Probabilmente ci sono stati errori e scambi di nomi delle cittadine. Qualche tempo dopo ne furono stampate altre da editori diversi che mostrano alcuni baraccamenti già costruiti, ruderi di chiese o artigiani al lavoro con alle spalle i detriti delle case ammassati in spiaggia.

In questa galleria guidata proponiamo alcune di queste immagini che spessissimo si trovano senza essere state mai spedite che sono state ripubblicate in vari libri usciti in occasione della ricorrenza dei 100 anni dal sisma.

In questo link il libro pubblicato su Bagnara Calabra sul terremoto del 1908 con tantissime foto, notizie, articoli di giornali, grafici sismici, baraccamenti, testimonianze e tanto altro.

Il terremoto del 1908 in un libro a cura di Gianni Saffioti

 

Elenco delle cartoline pubblicate con didascalie

  • 01 Accampamento di tende sulla spiaggia del centro tra i depositi di legname.
  • 02 Accampamento in luogo non riconosciuto, forse non è Bagnara.
  • 03 Arangiara, la chiesa del Carmine con il campanile danneggiato.
  • 04 Casa diroccata 1.
  • 05 Casa diroccata 2.
  • 06 Casa diroccata 3.
  • 07 Rione Pavia.
  • 08 Famiglia di profughi in posa sul marciapiede tra il primo e secondo binario della stazione ferroviaria davanti          all’ufficio spedizioni.
  • 09 Gente tra le macerie in via Garibaldi.
  • 10 Il centro cittadino da via Roma verso sud.
  • 11 In questo preciso punto oggi c’è il palazzo comunale, la tettoia che si vede era il mercato del pesce, poi spostato alla fine del corso.
  • 12 La discesa della chiesa del Rosario.
  • 13 La facciata della chiesa madre distrutta.
  • 14 L’allestimento dell’accampamento delle tende in spiaggia.
  • 15 Zona sotto la Rupe, si intravede la chiesa di S. Anna del vecchio cimitero cittadino.
  • 16 Probabilmente l’incrocio tra le attuali via Umberto I e via Generale Porpora.
  • 17 Profughi alla stazione tra tende e vagoni merci.
  • 18 Profughi nell’accampamento di tende in spiaggia.
  • 19 Ruderi della chiesa del Rosario.
  • 20 Sito non riconosciuto, probabilmente non è Bagnara.
  • 21 Spagaro in spiaggia tra le macerie del terremoto del 1908.
  • 22 Uno scatto che immortala la vita dei profughi alla stazione tra i vagoni
  • 23 Via Garibaldi vista dal Rione valletta verso nord.
  • 24 Il retro delle cartoline con la sigla di chi le ha pubblicate.
<>

1

<>

2

<>

3

<>

4

<>

6

<>

8

<>

10

<>

12

<>

14

<>

16

<>

18

<>

20

<>

22

<>

24

Post Author: Gianni Saffioti