La costruzione del mupicipio nuovo, particolare di una cartolina degli anni 50

La costruzione del mupicipio nuovo, particolare di una cartolina degli anni 50

La caratteristica di questa cartolina di metà anni 50 è il trapasso tra la società antica e quella moderna, simboleggiato dalla costruzione del nuovo municipio con le tecniche di fabbricazione più moderne ad opera della ditta Pistolesi. Si notano, se si guarda attentamente, i lavori della sua costruzione e vicino ad esso palazzi storici come quello dei Parisio o quello del dott. Cesare Candido, oggi Zappia.

Era l’inizio di una sperata evoluzione sociale e economica che purtroppo non si è mai avverata per i soliti problemi endemici che caratterizzano questo lembo di terra, tanto bello quanto maltrattato dall’uomo.

Le palme di piazza Giacomo Matteotti sono ancora troppo piccole e la spiaggia è una sola senza interruzioni di sorta dalle gallerie e fino alla rupe di Marturano, “u Muntarozzu” ancora doveva essere inventato.

 Era ancora la Bagnara da sogno del Dott. Capomolla, di Rocco Versace, ed altri personaggi che ci credevano ciecamente.

La cartolina è della prima associazione turistica della cittadina, la pro Bagnara fondata dall’inesauribile comm. Mezzetti, principale trascinatore di progresso e civiltà della cittadina di quel periodo.

<>
<>
<>

Post Author: Gianni Saffioti