Il parco delle rimembranze a Bagnara. 1925

Opera e monumento per ricordare i caduti della prima guerra mondiale e mai realizzato

Nel 1925, sotto il dominio del regime fascista, (1922 – 1943) il municipio di Bagnara venne commissariato per l’ennesima volta per le solite beghe politiche. Giulio Cesare Steiner in quell’anno per tre mesi succedette ai già cinque commissari consecutivi precedendo il settimo ed ultimo commissario, Aria Francesco, prima del avvento di Antonio De Leo che rimase in carica 4 anni prima di venire a sua volta commissariato. Insomma un periodo, come spesso accade, di poca gloria per la politica locale.

Tornando al nostro commissario G. C. Staeiner, egli voleva ricordare i caduti bagnaresi della grande guerra con un opera originale ed apprezzabile che allego da  documento originale salvato da sicuro deperimento  da uno dei tanti amici della storia  e della cultura popolare bagnarese che amano il loro paese e cercano con fatica di studiarlo e farlo emergere dalla situazione di sconsolato e triste degrado culturale in cui è caduto negli ultimi decenni senza nulla chiedere a nessuno, soprattutto voti o contributi.

Gianni Saffioti

<>

Post Author: Gianni Saffioti