Il mostro che avanza – marzo 2008

Penso sia fuori da ogni logica la costruzione di una montagna sopra uno dei panorami più belli della costa viola. Queste foto tratte da un servizio di Carmelino Pavia ci mostrano il deturpamento di una vasta area con conseguente rischi e pericoli per abitanti e case della frazione interessata. Oltre all’insensata situazione di creare artificialmente rischi per la popolazione quello che stupisce è il silenzio tombale di tutti coloro che sono abituati a decantare le bellezze cittadine e a reclamare sovvenzioni e contributi per sagre e feste paesane. Questo fa parte delle grandi opere per incentivare il turismo? Non esistevano alternative a questo scempio?

Carmelino Pavia

Post Author: Gianni Saffioti