Il libro sul terremoto del 1908 a Bagnara Calabra

Clicca e leggi

Libro sul terremoto del 1908 

a cura di Gianni Saffioti

La ricorrenza non deve essere solo ed esclusivamente un momento di ricordo di come eravamo, intriso di ipocrisia e falsi moralismi , ma piuttosto prendere coscienza di una situazione territoriale oramai al collasso ed accettare la sconfitta inflitta da quel sisma del quale non c’è mai  memoria quando si opera per progettare e costruire le sempre più ingombranti abitazioni che hanno soffocato la cittadina.

Lo sforzo di far seguire la storia dalla memoria degli eventi sempre e costantemente è il segreto per una vita sociale migliore.

Quanto noi pubblicheremo su questo sito avrà esclusivamente questo scopo:

LA MEMORIA  A SERVIZIO DEL BENE COMUNE

Siamo quindi lontani da qualsiasi altro tipo di celebrazioni a scopo inflazionistico ed interessato solo per il gusto di dire “io c’ero, io ho fatto, io sono bravo, ecc ecc,”. Capire che un costante impegno di mantenere vivo il significato ed il valore della memoria E’ LA PIU’ GRANDE FORZA DI IMPEGNO SOCIALE che si possa dare alla società presente e quella futura.

Non servono a nulla i famosi e celebrativi “giorni della memoria” se non si prende realmente coscienza del disastro sociale ed edilizio causato dall’abusivismo e dall’occupazione di suolo pubblico che si è manifestata dal dopoguerra ad oggi e non si comincia ad operare per una radicale trasformazione della società e dare ai cittadini bagnaresi e a tutti quelli del meridione d’Italia una qualità di vita degna della normalità e non caratterizzata dal tumore del clientelismo e malaffare.

Post Author: Gianni Saffioti